....................

 

Durata: 18 min. (180 mb)

E finalmente, dopo tanto tempo, torno alla regia di un corto di circa venti minuti, come da tanto non facevo. Era dai tempi di "Thanatos" che mi dedicavo solo a corti di dieci, quindici minuti. La cosa che mi rende contento è il fatto che questo film mi piace in tutte le sue parti, si vede che piano piano stò migliorando... Era ora!

Con "Mosaico" mi sono preso la totale libertà di annullare del tutto la trama. Il film si snoda in tre omicidi, uno dopo l'altro, senza collegamenti tra loro. Il pretesto del pazzo per le morti è solo quello di procurare della "merce" ad una artista in crisi creativa. Ho cercato di sperimentare in questo corto i tempi dello spavento, ma non credo di essere ancora riuscito nell'impresa, anche se una piccola cosa penso di averla azzeccata...

La cosa che più mi ha divertito (a parte girare gli omicidi, come sempre violenti e sanguinosi...) è stato cercare di far apparire il maniaco (Andrea Pucci, ancora lui, anche se questa volta vediamo ben poco della sua fisionomia) in luoghi dove non era possibile che fosse... Insomma, barare con lo spettatore. E devo dire che non mi vergogno della cosa, anzi... In fondo il cinema è di per sè una presa in giro.

La novità è anche nel fatto che parte del film è montato al computer, cosa mai fatta prima per i miei standard produttivi. I disegni che appaiono nella sigla di testa li ho fatti io...

In finale... mi piace "Mosaico", e spero che piaccia anche a voi.

"Mosaico" ha ricevuto il 2° premio tema horror, al 14° videoconcorso "Bettolle in... musica e immagine", a Sinalunga (Siena), il 2 ottobre 2004.