....................

Durata: 27.31 min. (325 mb)

E dopo "Mosaico" e "Carnographia" ecco il terzo ed ultimo episodio delle gesta del pittore assassino. Era un corto che volevo fare da tempo e finalmente ci sono riuscito. Con questo la storia si chiude in quello che penso poteva essere l'unico modo logico. Gli attori mi sono piaciuti tutti, come al solito: Roberto come assassino, con quell'aria stralunata e lievemente monastica, mi ha sempre ricordato un santone del deserto... Poi come sempre Chiara, che alla fine, secondo me, è la vera folle, quella che in qualche modo dirige le azioni del pittore (forse la sua musa..?); poi Simone, alla sua prima collaborazione con me, con il quale ho girato anche l'altro corto "Tatoo". Questa volta però mi sono cimentato anche nel doppiaggio, in quanto nella prima parte del corto l'assassino ha la mia voce, mentre nella seconda aveva quella di Roberto. La cosa stonava un pò, in quanto non sembrava essere la stessa persona a fare la parte, quindi ho dovuto ridoppiare le battute di Roberto nella seconda (ma avrei preferito che fosse lui a doppiare la mia prima parte... Ma come al solito non ho trovato il tempo di poterlo incontrare e registrare i dialoghi, e alla fine ho deciso di farle io, che altrimenti chissà quando sarebbe uscito sto corto...). Però son sempre pronto a ridoppiare con la sua voce, in caso un giorno si riuscirà. Intanto per adesso è così. Un'ultima parola per le due vittime trovate, Sole e Claudio, che si sono offerte, quasi al momento, nella parte (ingrata...) dei due martoriati di turno... Mi sono piaciuti anche gli effetti di Carla, e sono felice, per una volta, di aver avuto sul set una truccatrice come si deve!!! Un'altra cosa che mi è piaciuta, molto semplice in realtà, è stata l'idea che ogni volta che muore qualcuno l'ambiente si colora di una luce diversa: prima blu, per Simone; poi verde per Sole e Claudio; ed infine rossa per Roberto. Un'altra cosa che mi è piaciuta è che anche questo corto, come era "Carnographia", sembra avere in se due storie unite, con una prima parte che nasce e si chiude dando inizio ad una seconda parte. Ma l'unione tra tutti e tre gli episodi è data nel finale, quando l'assassino\pittore ricorda gli omicidi di tutte le sue vittime nei tre corti.

Vabè, anche la storia del pittore è finita, vediamo se ci saranno altre storielle in seguito (ma senza pittori...)!!!

Come sempre buona visione a chi vorrà vedere!